Sono dei gamberetti i più antichi spermatozoi mai ritrovati

rassegna stampa agi
Sono dei gamberetti i più antichi spermatozoi mai ritrovati
farmacia di turno

AGI  - Dozzine di spermatozoi perfettamente conservati all'interno del tratto riproduttivo di un microcrostaceo femmina risalente a 100 milioni di anni fa possono oggi essere considerati come il liquido seminale di animale più antico mai trovato. Questo minuscolo crostaceo ( Myanmarcypris hui) pare abbia avuto un rapporto sessuale poco prima di rimanere intrappolato nell'ambra sgorgata da un albero vicino.

Almeno secondo i ricercatori della Ludwig Maximilians University di Monaco, in Germania, autori dello studio pubblicato sulla rivista Proceedings of the Royal Society B. I circa 50 spermatozoi intatti annidati all'interno degli organi di questa specie di ostracoda appena scoperta - piccoli crostacei noti come "gamberetti da seme" lunghi circa mezzo millimetro - sono considerati "giganti", poiché sono lunghi almeno quanto gli animali adulti e probabilmente anche molto di piu', secondo i ricercatori.

Più di un decennio fa, Renate Matzke-Karasz e il suo team ha scansionato ostracodi pietrificati del primo periodo Cretaceo e hanno trovato organi che avrebbero supportato spermatozoi giganti. Ma le placche di ambra recentemente rinvenute nel Nord del Myanmar hanno ora permesso agli scienziati di acquisire immagini dirette di tessuti molli ben conservati negli ostracodi di questo stesso periodo, compresi spermatozoi e ovuli. I ricercatori hanno sottoposto i resti degli animali a tomografia computerizzata e altre tecniche di imaging.

Gli ovuli non sono risultati particolarmente grandi, dice Matzke-Karasz, ma gli spermatozoi sono eccezionalmente lunghi. "La difficolta' di seguire il singolo spermatozoo nella massa aggrovigliata rende impossibili misurazioni precise della lunghezza, ma e' possibile stimare una lunghezza minima di 200 nanometri", dice, aggiungendo che la loro disposizione suggerisce che sono lunghi almeno quanto l'ostracode che li ha prodotti.

Molte specie di ostracodi hanno ancora spermatozoi giganti, afferma He Wang dell'Accademia cinese delle scienze, che ha guidato lo studio del Myanmar. Alcune specie di ostracodi hanno spermatozoi piu' corti e veloci. Secondo lo scienziato, il fatto che alcuni ostracodi si siano gia' evoluti per produrre spermatozoi giganti lenti piuttosto che veloci e che continuano a farlo ancora oggi, suggerisce un importante vantaggio evolutivo che merita ulteriori indagini.

 

 

Rassegna Stampa
Rassegna Stampa
Procedi al sito della fonte