Si vota per i ballottaggi in 65 comuni. Affluenza al 33%, in calo rispetto al primo turno

AGI - Alle 23 l'affluenza nei 65 comuni chiamati al ballottaggio è stata registrata del 33,32%, oltre il 6% in meno rispetto all'affluenza alla chiusura della prima giornata di voto al primo turno, due settimane fa, quando aveva votato il 39,86%. Il dato diffuso dal Viminale non tiene conto delle comunali in Friuli-Venezia Giulia.  L'appuntamento elettorale coinvolge circa 5 milioni di elettori e interessa altri 7 comuni capoluogo: Varese, Savona, Latina, Benevento, Caserta, Isernia e Cosenza. Ogni elettore potrà recarsi alle urne domenica dalle ore 7 alle ore 23, e domani, dalle ore 7 alle ore 15. Nel primo turno il Movimento 5 Stelle ha perso i tre sindaci nei comuni capoluogo dove vinse nel 2016: Roma, Torino e Carbonia. Il centrosinistra, nelle sue diverse articolazioni, ha strappato a M5s Carbonia, con Pietro Morittu, e ha confermato i comuni di Milano (Beppe Sala), Rimini (Jamil Sadegholvaad), Salerno (Vincenzo Napoli), Napoli (Gaetano Manfredi), Bologna (Matteo Lepore) e Ravenna (Michele De Pascale). In questi ultimi tre comuni centrosinistra e M5s hanno corso da alleati. Il centrodestra ha finora confermato i sindaci di Pordenone (Alessandro Ciriani), Novara (Alessandro Canelli) e Grosseto (Antonfrancesco Vivarelli). I ballottaggi, eccetto Benevento, sono tra centrodestra e centrosinistra. A Trieste (dove competono Roberto Dipiazza e Francesco Russo), Savona, Isernia e Cosenza il sindaco uscente è di centrodestra. A Varese e Caserta di centrosinistra. A Roma (dove sono in corsa Enrico Michetti e Roberto Gualtieri) e Torino (la sfida è tra Stefano Lo Russo e Paolo Damilano) il sindaco uscente è del Movimento 5 Stelle. A Benevento il sindaco uscente è il centrista Clemente Mastella, che non ha neppure quest'anno l'appoggio di Lega e FdI. Mastella corre al ballottaggio contro Perifano (centrosinistra). Il 3 e 4 ottobre il centrodestra ha confermato la Presidenza della regione Calabria (Roberto Occhiuto). Il centrosinistra ha confermato il deputato di Siena (Enrico Letta) e ha strappato a M5s quello di Roma Primavalle (Andrea Casu). 

Si vota per i ballottaggi in 65 comuni. Affluenza al 33%, in calo rispetto al primo turno

AGI - Alle 23 l'affluenza nei 65 comuni chiamati al ballottaggio è stata registrata del 33,32%, oltre il 6% in meno rispetto all'affluenza alla chiusura della prima giornata di voto al primo turno, due settimane fa, quando aveva votato il 39,86%. Il dato diffuso dal Viminale non tiene conto delle comunali in Friuli-Venezia Giulia. 

L'appuntamento elettorale coinvolge circa 5 milioni di elettori e interessa altri 7 comuni capoluogo: Varese, Savona, Latina, Benevento, Caserta, Isernia e Cosenza.

Ogni elettore potrà recarsi alle urne domenica dalle ore 7 alle ore 23, e domani, dalle ore 7 alle ore 15.

Nel primo turno il Movimento 5 Stelle ha perso i tre sindaci nei comuni capoluogo dove vinse nel 2016: Roma, Torino e Carbonia.

Il centrosinistra, nelle sue diverse articolazioni, ha strappato a M5s Carbonia, con Pietro Morittu, e ha confermato i comuni di Milano (Beppe Sala), Rimini (Jamil Sadegholvaad), Salerno (Vincenzo Napoli), Napoli (Gaetano Manfredi), Bologna (Matteo Lepore) e Ravenna (Michele De Pascale). In questi ultimi tre comuni centrosinistra e M5s hanno corso da alleati.

Il centrodestra ha finora confermato i sindaci di Pordenone (Alessandro Ciriani), Novara (Alessandro Canelli) e Grosseto (Antonfrancesco Vivarelli).

I ballottaggi, eccetto Benevento, sono tra centrodestra e centrosinistra.

A Trieste (dove competono Roberto Dipiazza e Francesco Russo), Savona, Isernia e Cosenza il sindaco uscente è di centrodestra. A Varese e Caserta di centrosinistra.

A Roma (dove sono in corsa Enrico Michetti e Roberto Gualtieri) e Torino (la sfida è tra Stefano Lo Russo e Paolo Damilano) il sindaco uscente è del Movimento 5 Stelle.

A Benevento il sindaco uscente è il centrista Clemente Mastella, che non ha neppure quest'anno l'appoggio di Lega e FdI. Mastella corre al ballottaggio contro Perifano (centrosinistra).

Il 3 e 4 ottobre il centrodestra ha confermato la Presidenza della regione Calabria (Roberto Occhiuto). Il centrosinistra ha confermato il deputato di Siena (Enrico Letta) e ha strappato a M5s quello di Roma Primavalle (Andrea Casu). 

giornalone

Sfoglia le Prime Pagine dei Quotidiani