Serena Grandi condannata – Si difende, “Distratta dal mio tumore di 5 cm”

rassegna stampa Giornal.it
Serena Grandi condannata – Si difende, “Distratta dal mio tumore di 5 cm”
farmacia di turno

Serena Grandi a Live – Non è la d’Urso per dire la sua in merito alla condanna per bancarotta. Il suo ristorante infatti è stato messo al vaglio degli inquirenti in seguito alla denuncia di alcuni dipendenti. Secondo i testimoni, non sarebbero stati pagati a lungo. E così La Locanda di Miranda è fallita.

“I miei testimoni non c’erano perchè non erano stati avvisati, io non c’ero perchè non ero stata avvisata”, dice l’attrice. Serena Grandi lamenta la perdita di 700 mila euro e l’impossibilità di potersi difendere durante la prima udienza.

Serena Grandi parla della condanna – “Ero in ospedale, ho perso un po’ il controllo”

“Io mi scuso con i giudici, ma sono stata anche due anni in ospedale e ho avuto quattro operazioni. Un po’ mi ha distratto il mio tumore di 5 cm”, dice Serena Grandi durante un lungo sfogo. Nella sua carriera ha fatto tanto, ha regalato al pubblico momenti importanti. E poi si è ritrovata alla gogna per un dipendente, “Un ex galeotto che ho fatto lavorare per dargli una seconda possibilità. Poi ho chiuso. Perchè dopo La grande bellezza non ne potevo più. Questo galeotto dopo un mese è andato al Sindacato, non lo so. Gli altri sono stati tutti pagati”.

Serena però è stata condannata a due anni e due mesi. “Quando ho deciso di vendere il ristorante mi si è avvicinato un certo tipo di gente e ho dato i libri contabili a questa persona”, ha aggiunto, “lui lo ha dato al barista di questo locale di donnine non tanto serie. Quando gli ho chiesto di ridarmeli… li ha buttati da un grattacielo”. L’artista ha fatto la denuncia immediata, ma i giudici la accusano di averli fatti sparire.

Le parole del figlio Edoardo

“Il ristorante rappresentava quello che era un nuovo inizio e le promesse per recuperare un rapporto madre e figlio, per superare i conflitti”, dice il figlio della Grandi. L’attrice e l’erede hanno gestito il locale per soli due anni e sono stati di grande sofferenza. “Forse era una cosa più grande di noi”, dice ancora. Grazie all’apertura del ristorante, Serena ha pensato di aver finalmente coronato un sogno che coltivava da tempo. Quando le cose hanno iniziato ad andare male, Edoardo Ercole ha persino pensato di farla finita nella cucina della Locanda di Miranda.

L’attrice ha peccato di ingenuità?

Secondo Roberto Alessi, le colpe sono anche della Grandi. L’attrice ha fatto il passo più lungo della gamba e ha affidato i libri contabili ad una persona esterna, finendo così nei guai. Senza considerare che nel periodo dell’inchiesta, l’attrice avrebbe tolto il mandato al suo avvocato. Il giornalista poi le ricorda che l’accusa più grande sarebbe la sottrazione dei beni: secondo i giudici sarebbero sparite delle stoviglie.

L’attrice però continua a puntare il dito contro quel cameriere che l’ha denunciata per non essere stato pagato. A suo dire per una sola settimana. “Non credevo mai che andasse dai sindacati a denunciare che non avevo mai pagato i miei dipendenti”, aggiunge. Serena Grandi è difesa dai suoi ex dipendenti: molti hanno smentito l’accusa.

The post Serena Grandi condannata – Si difende, “Distratta dal mio tumore di 5 cm” appeared first on Giornal.it.

Rassegna Stampa
Rassegna Stampa
Procedi al sito della fonte