Rosso Ducati: tradizione e innovazione per la GP22 di Bagnaia e Miller

La missione della nuova Desmosedici emerge chiaramente dalle parole di Giancarlo Domenicali (Amministratore Delegato di Ducati Motor Holding) e di Gigi Dall'Igna (Direttore Generale di Ducati Corse): riconfermare per il terzo anno consecutivo la supremazia rossa nel Mondiale Costruttori ma soprattutto dare senso compiuto alla crescita costante che - durante la scorsa stagione - ha permesso alla Casa di Borgo Panigale di chiudere il Mondiale Piloti con il secondo posto finale di Bagnaia (tre vittorie nella seconda metà della stagione) ed il quarto di Miller (due vittorie back to back nella prima parte). L'obiettivo è parecchio ambizioso e prende idealmente le mosse dal finale del 2021; si tratta insomma di ripartire... dallo straordinario exploit della tappa finale di Valencia: tre Ducati in prima fila (con la GP21 Pramac di Martin in pole davanti alle due Lenovo di Bagnaia e Miller), tra davanti a tutti anche la traguardo con...scambio di posizioni tra l'italiano e lo spagnolo e Jack "confermato" P3.   La squadra italiana fa intanto rotta su Mandalika, che domenica 20 marzo ospiterà il GP dell'Indonesia (sede del secondo GP stagionale dopo il classico esordio by night" di Losail) ma soprattutto del secondo Official MotoGP Test pre-campionato: da venerdì 11 a domenica 13 febbraio. Un giorno in più a disposizione rispetto al test d'esordio dello scorso weekend a Sepang. Dove -come detto - la GP22 ha già ricevuto il proprio battesimo della pista, nelle mani dei due piloti titolari e del collaudatore di lungo corso Michel Pirro. Una due giorni che per il team rosso è andata tutta in crescendo, con un po' di amaro in bocca per il maltempo malese che ha probabilmente rinviato al test di Mandalika i veri "botti" di fine sessione. Sotto i riflettori in Indonesia non ci saranno solo le novità tecniche della GP ma anche quelle "cosmetiche" che erano state anticipate nel pre-svelamento (anch'esso virtuale) seguito al rinvio del lancio che era stato originariamente previsto "in presenza" a fine gennaio, per poi essere rimandato per via della positività al Covid di Miller. Per la prima volta nella sua storia, la Casa italiana sfoggerà nel Mondiale il "Rosso Ducati" con il quale proprio moto stradali escono dalla fabbrica: arricchito e completato da tonalità bordeaux e fluo che conferiscono all'insieme un aspetto ancora più grintoso e "potente". Francesco Bagnaia   “Sono felice per l'inizio di questa nuova stagione. Abbiamo chiuso il 2021 con una nota positiva e spero di poter riprendere così anche il 2022. Insieme alla mia squadra sono cresciuto molto durante lo scorso anno: mi trovo davvero bene con il gruppo di lavoro e sono convinto che insieme potremo fare grandi cose. La Desmosedici GP in questa nuova colorazione è ancora più bella e non vedo l'ora di tornare a gareggiare con lei. L'obiettivo per questa stagione sarà come sempre quello di migliorare costantemente e riuscire ad essere competitivo in ogni gara. Punteremo a riportare il titolo piloti MotoGP, oltre a quello squadre e costruttori, a Borgo Panigale”. Jack Miller   “Il Campionato sta finalmente per ripartire e io mi sento pronto più che mai ad affrontare questa nuova stagione. Avere un altro anno di esperienza in MotoGP mi fa sicuramente sentire più forte e, inoltre, sento di essere migliorato molto sia fisicamente che mentalmente rispetto al 2021. Questo sarà il mio secondo anno insieme al Ducati Lenovo Team, un gruppo di persone veramente appassionato del quale mi sento fortunato di fare parte. Appartenere alla squadra ufficiale Ducati è un motivo di orgoglio e significa anche avere il sostegno di numerosissimi tifosi, non solo in Italia, ma in tutto il mondo. Non vedo l'ora che arrivi marzo per scendere in pista per la prima gara dell'anno in Qatar!” Nel 2022 il Ducati Lenovo Team continuerà inoltre a beneficiare del prezioso supporto del suo title partner Lenovo, leader tecnologico mondiale nel mercato di devices, servizi, soluzioni e infrastrutture. Grazie alle sue tecnologie smart, Lenovo è stato fondamentale nel permettere alla squadra italiana di raggiungere i successi ottenuti nella scorsa stagione. Nel 2022, Lenovo continuerà a lavorare a stretto contatto con lo staff tecnico di Ducati Corse puntando anche a consolidare ed implementare il progetto “Remote Garage”, una soluzione che permette agli ingegneri di ricevere i dati della moto in tempo reale e interagire con il box lavorando da remoto.Claudio Domenicali (Amministratore Delegato di Ducati Motor Holding) "C'è grande fermento per l'inizio di questo campionato MotoGP. La voglia di metterci alla prova dopo la conquista del secondo Titolo Mondiale Costruttori consecutivo è veramente tanta. La scorsa stagione abbiamo deciso di puntare su una nuova strategia che ci ha dato grandi soddisfazioni, con piloti giovani ed energici che quest'anno sono maturati e, forti delle esperienze raccolte, sono pronti ad essere ancora più competitivi. Nel 2022 si aggiungono altre due nostre moto e divent

Rosso Ducati: tradizione e innovazione per la GP22 di Bagnaia e Miller

La missione della nuova Desmosedici emerge chiaramente dalle parole di Giancarlo Domenicali (Amministratore Delegato di Ducati Motor Holding) e di Gigi Dall'Igna (Direttore Generale di Ducati Corse): riconfermare per il terzo anno consecutivo la supremazia rossa nel Mondiale Costruttori ma soprattutto dare senso compiuto alla crescita costante che - durante la scorsa stagione - ha permesso alla Casa di Borgo Panigale di chiudere il Mondiale Piloti con il secondo posto finale di Bagnaia (tre vittorie nella seconda metà della stagione) ed il quarto di Miller (due vittorie back to back nella prima parte). L'obiettivo è parecchio ambizioso e prende idealmente le mosse dal finale del 2021; si tratta insomma di ripartire... dallo straordinario exploit della tappa finale di Valencia: tre Ducati in prima fila (con la GP21 Pramac di Martin in pole davanti alle due Lenovo di Bagnaia e Miller), tra davanti a tutti anche la traguardo con...scambio di posizioni tra l'italiano e lo spagnolo e Jack "confermato" P3.

 

La squadra italiana fa intanto rotta su Mandalika, che domenica 20 marzo ospiterà il GP dell'Indonesia (sede del secondo GP stagionale dopo il classico esordio by night" di Losail) ma soprattutto del secondo Official MotoGP Test pre-campionato: da venerdì 11 a domenica 13 febbraio. Un giorno in più a disposizione rispetto al test d'esordio dello scorso weekend a Sepang. Dove -come detto - la GP22 ha già ricevuto il proprio battesimo della pista, nelle mani dei due piloti titolari e del collaudatore di lungo corso Michel Pirro. Una due giorni che per il team rosso è andata tutta in crescendo, con un po' di amaro in bocca per il maltempo malese che ha probabilmente rinviato al test di Mandalika i veri "botti" di fine sessione. Sotto i riflettori in Indonesia non ci saranno solo le novità tecniche della GP ma anche quelle "cosmetiche" che erano state anticipate nel pre-svelamento (anch'esso virtuale) seguito al rinvio del lancio che era stato originariamente previsto "in presenza" a fine gennaio, per poi essere rimandato per via della positività al Covid di Miller. Per la prima volta nella sua storia, la Casa italiana sfoggerà nel Mondiale il "Rosso Ducati" con il quale proprio moto stradali escono dalla fabbrica: arricchito e completato da tonalità bordeaux e fluo che conferiscono all'insieme un aspetto ancora più grintoso e "potente".

Francesco Bagnaia  
“Sono felice per l'inizio di questa nuova stagione. Abbiamo chiuso il 2021 con una nota positiva e spero di poter riprendere così anche il 2022. Insieme alla mia squadra sono cresciuto molto durante lo scorso anno: mi trovo davvero bene con il gruppo di lavoro e sono convinto che insieme potremo fare grandi cose. La Desmosedici GP in questa nuova colorazione è ancora più bella e non vedo l'ora di tornare a gareggiare con lei. L'obiettivo per questa stagione sarà come sempre quello di migliorare costantemente e riuscire ad essere competitivo in ogni gara. Punteremo a riportare il titolo piloti MotoGP, oltre a quello squadre e costruttori, a Borgo Panigale”.

Jack Miller  
“Il Campionato sta finalmente per ripartire e io mi sento pronto più che mai ad affrontare questa nuova stagione. Avere un altro anno di esperienza in MotoGP mi fa sicuramente sentire più forte e, inoltre, sento di essere migliorato molto sia fisicamente che mentalmente rispetto al 2021. Questo sarà il mio secondo anno insieme al Ducati Lenovo Team, un gruppo di persone veramente appassionato del quale mi sento fortunato di fare parte. Appartenere alla squadra ufficiale Ducati è un motivo di orgoglio e significa anche avere il sostegno di numerosissimi tifosi, non solo in Italia, ma in tutto il mondo. Non vedo l'ora che arrivi marzo per scendere in pista per la prima gara dell'anno in Qatar!”

Nel 2022 il Ducati Lenovo Team continuerà inoltre a beneficiare del prezioso supporto del suo title partner Lenovo, leader tecnologico mondiale nel mercato di devices, servizi, soluzioni e infrastrutture. Grazie alle sue tecnologie smart, Lenovo è stato fondamentale nel permettere alla squadra italiana di raggiungere i successi ottenuti nella scorsa stagione. Nel 2022, Lenovo continuerà a lavorare a stretto contatto con lo staff tecnico di Ducati Corse puntando anche a consolidare ed implementare il progetto “Remote Garage”, una soluzione che permette agli ingegneri di ricevere i dati della moto in tempo reale e interagire con il box lavorando da remoto.

Claudio Domenicali (Amministratore Delegato di Ducati Motor Holding)
"C'è grande fermento per l'inizio di questo campionato MotoGP. La voglia di metterci alla prova dopo la conquista del secondo Titolo Mondiale Costruttori consecutivo è veramente tanta. La scorsa stagione abbiamo deciso di puntare su una nuova strategia che ci ha dato grandi soddisfazioni, con piloti giovani ed energici che quest'anno sono maturati e, forti delle esperienze raccolte, sono pronti ad essere ancora più competitivi. Nel 2022 si aggiungono altre due nostre moto e diventeranno ben otto le Ducati in pista sui circuiti di tutto il mondo. Le Desmosedici GP del team ufficiale avranno per la prima volta nella nostra storia in MotoGP una nuova livrea Rosso Ducati, lo stesso colore delle moto che vendiamo ai nostri appassionati clienti. Un segno ed una testimonianza del legame sempre più stretto fra le moto che sviluppiamo per le competizioni in pista e quelle che ogni Ducatista può acquistare. Al nostro fianco c'è ancora Lenovo, che oltre a essere Title Partner del team ufficiale è anche un importante partner tecnologico, con il quale abbiamo raggiunto obiettivi importanti come accelerare la raccolta e l'analisi dati che ci hanno permesso di migliorare i processi decisionali in pista. Non vediamo l'ora che arrivi il 6 marzo per iniziare la stagione in Qatar e tornare a tifare insieme a tutti i ducatisti ForzaDucati!”

Luigi Dall'Igna (Direttore Generale di Ducati Corse)
“Siamo davvero entusiasti di poter finalmente iniziare questa nuova stagione. Nel 2021 abbiamo ottenuto traguardi importanti vincendo il nostro terzo titolo costruttori, il nostro secondo titolo squadre e chiudendo il campionato piloti al secondo posto con Francesco Bagnaia. Pecco è cresciuto tantissimo durante gli ultimi Gran Premi dello scorso anno mettendo a segno quattro vittorie e un totale di nove podi. Siamo certi che anche in questa stagione si confermerà come uno dei principali protagonisti in Campionato. Al suo fianco ci sarà nuovamente Jack Miller, che lo scorso anno ha dimostrato tutto il suo talento in più occasioni, conquistando cinque podi, tra cui due emozionanti vittorie e, anche lui come Pecco, ha tutto il potenziale per potersi giocare il titolo. Ovviamente, non sarà facile e sappiamo che la lotta in Campionato sarà ancora più agguerrita: ci sono diversi piloti forti e le case costruttrici rivali hanno sicuramente lavorato durante l'inverno per rendere il loro pacchetto ancora più competitivo. Ma anche noi negli scorsi mesi ci siamo impegnati molto per cercare di dare a Pecco e Jack una Desmosedici GP22 che permetta loro di essere protagonisti in ogni gara e in qualsiasi condizione. Sarà una stagione molto impegnativa con ventuno Gran Premi attualmente confermati, ma siamo pronti e non vediamo l'ora di scendere in pista per raccogliere i frutti del nostro duro lavoro”.