Napoli choc, entra nell'aula del Consigli comunale e versa la benzina: finise in disgrazia

Un dramma quello che si è consumato durante un consiglio comunale a Bacoli, in provincia di Napoli. Un'ex guardia giurata ha interrotto i lavori per protestare contro il suo licenziamento, inserito nell'ordine del giorno della riunione cittadina. E così si è cosparso di liquido infiammabile, intenzionato a darsi fuoco. L'uomo, un 57enne del posto, lavorava al Centro Ittico Campano come guardia giurata. Fortunatamente sul posto erano presenti i carabinieri della stazione locale e gli agenti della polizia municipale, intervenuti in maniera tempestiva: quando si sono accorti che il 57enne stava estraendo un accendino dalle tasche, hanno subito provveduto a bloccarlo. I militari dell'arma, poi, hanno denunciato l'ex guardia giurata per interruzione di pubblico servizio.  In un secondo momento, l'uomo è stato anche visitato dal personale del 118. E gli è stata sequestrata a scopo cautelare la pistola, di cui era legalmente in possesso. "È un attacco alle istituzioni democratiche di questa città. È evidente che l'azione di ripristino della legalità, che stiamo portando avanti con ogni sforzo, qui a Bacoli, sta generando tensioni sociali in un sistema incancrenito di illeciti, illegalità e clientele che ha affossato per decenni la nostra terra. Non possiamo tollerarlo", ha detto il sindaco Josi Gerardo Della Ragione.

Napoli choc, entra nell'aula del Consigli comunale e versa la benzina: finise in disgrazia

Un dramma quello che si è consumato durante un consiglio comunale a Bacoli, in provincia di Napoli. Un'ex guardia giurata ha interrotto i lavori per protestare contro il suo licenziamento, inserito nell'ordine del giorno della riunione cittadina. E così si è cosparso di liquido infiammabile, intenzionato a darsi fuoco. L'uomo, un 57enne del posto, lavorava al Centro Ittico Campano come guardia giurata.

Fortunatamente sul posto erano presenti i carabinieri della stazione locale e gli agenti della polizia municipale, intervenuti in maniera tempestiva: quando si sono accorti che il 57enne stava estraendo un accendino dalle tasche, hanno subito provveduto a bloccarlo. I militari dell'arma, poi, hanno denunciato l'ex guardia giurata per interruzione di pubblico servizio. 

In un secondo momento, l'uomo è stato anche visitato dal personale del 118. E gli è stata sequestrata a scopo cautelare la pistola, di cui era legalmente in possesso. "È un attacco alle istituzioni democratiche di questa città. È evidente che l'azione di ripristino della legalità, che stiamo portando avanti con ogni sforzo, qui a Bacoli, sta generando tensioni sociali in un sistema incancrenito di illeciti, illegalità e clientele che ha affossato per decenni la nostra terra. Non possiamo tollerarlo", ha detto il sindaco Josi Gerardo Della Ragione.

giornalone

Sfoglia le Prime Pagine dei Quotidiani