La7, botta e risposta tra Sallusti e Travaglio. “Conte, come Draghi, si è dato i pieni poteri”. “Non è mai esistito un decreto del genere”

Botta e risposta a “Otto e mezzo” (La7) tra Marco Travaglio e Alessandro Sallusti sul ruolo marginale del Parlamento nel governo Draghi. Il direttore di Libero osserva: “In realtà, la democrazia è stata sospesa da Conte che, primo presidente nella storia d’Italia, si è dato i pieni poteri, ha proclamato lo stato d’emergenza e ha […] L'articolo La7, botta e risposta tra Sallusti e Travaglio. “Conte, come Draghi, si è dato i pieni poteri”. “Non è mai esistito un decreto del genere” proviene da Il Fatto Quotidiano.

La7, botta e risposta tra Sallusti e Travaglio. “Conte, come Draghi, si è dato i pieni poteri”. “Non è mai esistito un decreto del genere”

Botta e risposta a “Otto e mezzo” (La7) tra Marco Travaglio e Alessandro Sallusti sul ruolo marginale del Parlamento nel governo Draghi.
Il direttore di Libero osserva: “In realtà, la democrazia è stata sospesa da Conte che, primo presidente nella storia d’Italia, si è dato i pieni poteri, ha proclamato lo stato d’emergenza e ha governato questo Paese a botte di dpcm per oltre un anno. La differenza tra Conte e Draghi è che il primo ha usato pieni poteri senza ottenere nessun risultato, il secondo invece sta usando i pieni poteri e ottiene risultati“.

Travaglio spiega: “Non è mai esistito un decreto che abbia dato i pieni poteri a Conte o a Draghi. C’è uno stato di emergenza che consente acquisti in deroga alle regole per quanto riguarda mascherine, tamponi, banchi di scuola e tutto ciò che approvvigiona lo Stato per l’emergenza sanitaria. Tutto questo non tocca minimamente i poteri del presidente del Consiglio. Oggi è uscita la motivazione della sentenza della Corte Costituzionale: i dpcm erano perfettamente legittimi proprio perché non hanno dato nessun pieno potere a nessuno. Sono decreti attuativi, normalissimi atti amministrativi, con cui il governo dà attuazione a decreti legge regolarmente approvati dal Parlamento. Quindi, non c’è stato nessun super-potere né per Conte, né per Draghi“.

Il direttore de Il Fatto Quotidiano ribadisce: “Draghi invece si è presentato al Consiglio dei Ministri senza aver distribuito il testo dell’atto governativo più importante, cioè del documento programmato di bilancio, pretendendo l’immediata approvazione da parte dei ministri che non lo hanno letto. Non è scritto in nessun decreto che si possa fare – conclude – Continuo a pensare che sia una vergogna sia che lo faccia Draghi o un presidente del Consiglio futuro. Perché i partiti votano quel documento? Perché sanno che, se cade Draghi, si va a votare, perdendo quindi un anno e mezzo di stipendio e la pensione“.

L'articolo La7, botta e risposta tra Sallusti e Travaglio. “Conte, come Draghi, si è dato i pieni poteri”. “Non è mai esistito un decreto del genere” proviene da Il Fatto Quotidiano.

giornalone

Sfoglia le Prime Pagine dei Quotidiani