agi: La procura militare ordina l'arresto del generale Haftar

AGI - Il procuratore militare libico ha ordinato oggi che un ordine di arresto a carico di Khalifa Haftar sia eseguito. Secondo il canale televisivo libico al-Ahrar, la Procura militare presieduta da Mohammed Gharouda ha trasmesso un messaggio all'Agenzia per le indagini penali chiedendo “l'esecuzione degli ordini di arresto emessi dalla Procura dall'ufficiale giudiziario competente” per cinque casi in cui l'uomo forte della Cirenaica sarebbe stato coinvolto tra il 2019 e il 2020. L'ufficio non ha fornito ulteriori dettagli sui cinque casi, ma ha affermato che Haftar ha violato la legge militare candidandosi alla presidenza in quanto “è un ufficiale dell'esercito libico”. Quasi 100 candidati si sono registrati per le elezioni presidenziali del 24 dicembre in Libia, tra cui proprio Haftar, il primo ministro di transizione Abdul Hamid Dbeibah e il figlio dell'ex leader Muammar Gheddafi Saif al-Islam Gheddafi, la cui candidatura è stata esclusa perché avrebbe commesso crimini di guerra. 

agi: La procura militare ordina l'arresto del generale Haftar

AGI - Il procuratore militare libico ha ordinato oggi che un ordine di arresto a carico di Khalifa Haftar sia eseguito.

Secondo il canale televisivo libico al-Ahrar, la Procura militare presieduta da Mohammed Gharouda ha trasmesso un messaggio all'Agenzia per le indagini penali chiedendo “l'esecuzione degli ordini di arresto emessi dalla Procura dall'ufficiale giudiziario competente” per cinque casi in cui l'uomo forte della Cirenaica sarebbe stato coinvolto tra il 2019 e il 2020.

L'ufficio non ha fornito ulteriori dettagli sui cinque casi, ma ha affermato che Haftar ha violato la legge militare candidandosi alla presidenza in quanto “è un ufficiale dell'esercito libico”.

Quasi 100 candidati si sono registrati per le elezioni presidenziali del 24 dicembre in Libia, tra cui proprio Haftar, il primo ministro di transizione Abdul Hamid Dbeibah e il figlio dell'ex leader Muammar Gheddafi Saif al-Islam Gheddafi, la cui candidatura è stata esclusa perché avrebbe commesso crimini di guerra. 

giornalone

Sfoglia le Prime Pagine dei Quotidiani