Inzaghi: "Col Liverpool devi essere perfetto, ce la giochiamo con le nostre armi"

LA CONFERENZA DI INZAGHI ALLA VIGILIA DEL LIVERPOOL La forza dei club inglesi "Le squadre inglesi sono molto forti. Hanno tutte vinto il loro girone a parte il Chelsea. Il Liverpool è una delle squadre più forti in Europa, ma sono contento che la nostra società e i tifosi si godano una partita del genere con un avversario di questo blasone. Se lo meritano. Sappiamo che sarà una gara difficile, ma da tanti anni non giocavamo un ottavo di Champions e cercheremo di sfruttare le nostre armi" Liverpool favorito? "Sulla carta il Liverpool è favorito, ma le partite vanno sempre giocate. Dovremo scendere in campo e proporre il nostro gioco. Servirà tenere la mente libera. La determinazione farà la differenza e noi ne abbiamo da vendere"  Le sensazioni prima del match "Sono fiducioso per la gara di domani perché la squadra mi dà ottimi segnali. Sabato abbiamo giocato un grande match contro il Napoli, che è una squadra forte e ben organizzata. Dopo il gol preso siamo rimasti in partita e nella ripresa siamo rientrati in campo con un grande spirito e questo mi dà grande fiducia per la gara di domani. Rispettiamo il Liverpool, ma non partiamo battuti" Lautaro o Sanchez? "In questo momento hanno tutti le stesse possibilità di giocare. Abbiamo ancora due allenamenti e abbiamo giocato molto in questo periodo, quindi dovremo valutare la condizione di tutti gli attaccanti. Due giocheranno e uno entrerà a gara in corso. Ho la fortuna di avere giocatori maturi che accettano sempre le mie scelte. Quando ho la possibilità cerco sempre di farli ruotare per recuperare energie fisiche e mentali" Il peso della gara da recuperare col Bologna "Il recupero va accettato. Un anno con la Lazio ho avuto una gara con l'Udinese che mi sono trascinato a lungo, l'anno scorso lo stesso col Torino. Ci penseremo a tempo debito. Chiaramente per noi quella col Bologna sarà una gara molto importante, ma ora la nostra priorità è il Liverpool" I quarti mancano da 11 anni all'Inter "Ne ho parlato con la squadra. Il primo step era arrivare agli ottavi, ora il nuovo obiettivo sono i quarti. Abbiamo di fronte un top club con individualità fortissime. Le gare iniziano tutte 0-0 e ce la giocheremo con le nostre armi e la nostra determinazione, sapendo che non si può tralasciare alcun dettaglio in certe gare e che contro il Liverpool bisogna essere perfetti" I punti persi con Napoli e Milan "Sapevamo che prima del Liverpool avremmo giocato con Milan e Napoli. Per quanto riguarda le prestazioni sono soddisfatto. Per 70' abbiamo fatto un grandissimo derby. A Napoli abbiamo invece giocato un ottimo secondo tempo. Certo, un punto su sei disponibili non sono un buon risultato. Ma per quello che abbiamo espresso abbiamo fatto due grandi partite contro due grandissime squadre che insieme a noi e alla Juve si giocheranno un campionato aperto fino all'ultima giornata" La lezione delle gare del Milan col Liverpool "Insieme allo staff abbiamo visto le gare del Milan col Liverpool e anche le più recenti della squadra inglese. E' una grande squadra con un grande allenatore e una rosa lunga. Dobbiamo essere bravi sempre, sia quando abbiamo la palla, sia quando ce l'avranno loro. Possono ripartire in qualsiasi momento e possono anche giocare con palle lunghe da dietro. I terzini hanno piedi raffinati, quasi da registi. Il Liverppol può creare problemi in ogni parte del campo"

Inzaghi: "Col Liverpool devi essere perfetto, ce la giochiamo con le nostre armi"

LA CONFERENZA DI INZAGHI ALLA VIGILIA DEL LIVERPOOL

La forza dei club inglesi
"Le squadre inglesi sono molto forti. Hanno tutte vinto il loro girone a parte il Chelsea. Il Liverpool è una delle squadre più forti in Europa, ma sono contento che la nostra società e i tifosi si godano una partita del genere con un avversario di questo blasone. Se lo meritano. Sappiamo che sarà una gara difficile, ma da tanti anni non giocavamo un ottavo di Champions e cercheremo di sfruttare le nostre armi"

Liverpool favorito?
"Sulla carta il Liverpool è favorito, ma le partite vanno sempre giocate. Dovremo scendere in campo e proporre il nostro gioco. Servirà tenere la mente libera. La determinazione farà la differenza e noi ne abbiamo da vendere" 

Le sensazioni prima del match
"Sono fiducioso per la gara di domani perché la squadra mi dà ottimi segnali. Sabato abbiamo giocato un grande match contro il Napoli, che è una squadra forte e ben organizzata. Dopo il gol preso siamo rimasti in partita e nella ripresa siamo rientrati in campo con un grande spirito e questo mi dà grande fiducia per la gara di domani. Rispettiamo il Liverpool, ma non partiamo battuti"

Lautaro o Sanchez?
"In questo momento hanno tutti le stesse possibilità di giocare. Abbiamo ancora due allenamenti e abbiamo giocato molto in questo periodo, quindi dovremo valutare la condizione di tutti gli attaccanti. Due giocheranno e uno entrerà a gara in corso. Ho la fortuna di avere giocatori maturi che accettano sempre le mie scelte. Quando ho la possibilità cerco sempre di farli ruotare per recuperare energie fisiche e mentali"

Il peso della gara da recuperare col Bologna
"Il recupero va accettato. Un anno con la Lazio ho avuto una gara con l'Udinese che mi sono trascinato a lungo, l'anno scorso lo stesso col Torino. Ci penseremo a tempo debito. Chiaramente per noi quella col Bologna sarà una gara molto importante, ma ora la nostra priorità è il Liverpool"

I quarti mancano da 11 anni all'Inter
"Ne ho parlato con la squadra. Il primo step era arrivare agli ottavi, ora il nuovo obiettivo sono i quarti. Abbiamo di fronte un top club con individualità fortissime. Le gare iniziano tutte 0-0 e ce la giocheremo con le nostre armi e la nostra determinazione, sapendo che non si può tralasciare alcun dettaglio in certe gare e che contro il Liverpool bisogna essere perfetti"

I punti persi con Napoli e Milan
"Sapevamo che prima del Liverpool avremmo giocato con Milan e Napoli. Per quanto riguarda le prestazioni sono soddisfatto. Per 70' abbiamo fatto un grandissimo derby. A Napoli abbiamo invece giocato un ottimo secondo tempo. Certo, un punto su sei disponibili non sono un buon risultato. Ma per quello che abbiamo espresso abbiamo fatto due grandi partite contro due grandissime squadre che insieme a noi e alla Juve si giocheranno un campionato aperto fino all'ultima giornata"

La lezione delle gare del Milan col Liverpool
"Insieme allo staff abbiamo visto le gare del Milan col Liverpool e anche le più recenti della squadra inglese. E' una grande squadra con un grande allenatore e una rosa lunga. Dobbiamo essere bravi sempre, sia quando abbiamo la palla, sia quando ce l'avranno loro. Possono ripartire in qualsiasi momento e possono anche giocare con palle lunghe da dietro. I terzini hanno piedi raffinati, quasi da registi. Il Liverppol può creare problemi in ogni parte del campo"