I Rangers travolgono il Dortmund. Siviglia e Betis vicine agli ottavi

DORTMUND-RANGERS 2-4 Clamoroso tracollo casalingo del Borussia Dortmund che sente l'assenza di Haaland e compromette così la qualificazione agli ottavi di finale. A Glasgow servirà un miracolo per i tedeschi. Succede tutto a cavallo tra il primo e il secondo tempo: prima sono Tavernier e Morelos a firmare l'uno-due per gli scozzesi al 38' e 41', poi al 49' ci pensa Lundstram a firmare il tris. Passano due minuti e Bellingham accorcia le distanze, ma al 54' l'autogol di Zagadou significa poker per i Rangers. Il Borussia salva la faccia poi nel finale grazie a Guerreriro. TIRASPOL-BRAGA 2-0 Vittoria fondamentale per il Tiraspol che punta a continuare la miracolosa stagione europea dopo il sorprendente terzo posto in Champions nel girone dell'Inter. Qualificazione agli ottavi vicina grazie a Thill su rigore al 43' e al raddoppio di Traorè al minuto 83'. Portoghesi in cerca di un mezzo miracolo nella partita di ritorno.   ZENIT-BETIS 2-3 Spettacolo puro a San Pietroburgo e alla fine il Betis mette mezzo piede negli ottavi grazie a una bella vittoria esterna. Sono proprio gli andalusi a partire fortissimo e ad andare sul 2-0 dopo 18 minuti con Rodriguez e Willian Josè. Dzyuba e Malcolm rimettono le cose a posto tra il 25' e il 28' in una vera a propria altalena di emozioni e colpi di scena. Al 41' però, a conclusione di un primo tempo pirotecnico, Guardado firma il 3-2 che dura fino fischio finale. LIPSIA-REAL SOCIEDAD 2-2 Tutto rimandato al ritorno di San Sebastian tra Lipsia e Real Sociedad. I baschi vanno avanti due volte ma vengono sempre ripresi: nel primo tempo Nkunku alla mezz'ora risponde al gol di Le Normand in avvio, nella ripresa Forsberg nel finale riprende il rigore di Oyarzabal al 64'. SIVIGLIA-DINAMO ZAGABRIA 3-1 Tutto nel primo tempo al Sanchez Pizjuan con il Siviglia che sblocca grazie al rigore di Rakitic al 13' e Orsic che pareggia al 41'. Neanche il tempo di esultare però per i croati, e tra il 44' e il recupero Ocampos e Martial firmano l'uno-due fulminante che spegne la Dinamo. Nella ripresa gli andalusi amministrano e compiono un bel passo verso gli ottavi di finale.

I Rangers travolgono il Dortmund. Siviglia e Betis vicine agli ottavi

DORTMUND-RANGERS 2-4
Clamoroso tracollo casalingo del Borussia Dortmund che sente l'assenza di Haaland e compromette così la qualificazione agli ottavi di finale. A Glasgow servirà un miracolo per i tedeschi. Succede tutto a cavallo tra il primo e il secondo tempo: prima sono Tavernier e Morelos a firmare l'uno-due per gli scozzesi al 38' e 41', poi al 49' ci pensa Lundstram a firmare il tris. Passano due minuti e Bellingham accorcia le distanze, ma al 54' l'autogol di Zagadou significa poker per i Rangers. Il Borussia salva la faccia poi nel finale grazie a Guerreriro.

TIRASPOL-BRAGA 2-0
Vittoria fondamentale per il Tiraspol che punta a continuare la miracolosa stagione europea dopo il sorprendente terzo posto in Champions nel girone dell'Inter. Qualificazione agli ottavi vicina grazie a Thill su rigore al 43' e al raddoppio di Traorè al minuto 83'. Portoghesi in cerca di un mezzo miracolo nella partita di ritorno.  

ZENIT-BETIS 2-3
Spettacolo puro a San Pietroburgo e alla fine il Betis mette mezzo piede negli ottavi grazie a una bella vittoria esterna. Sono proprio gli andalusi a partire fortissimo e ad andare sul 2-0 dopo 18 minuti con Rodriguez e Willian Josè. Dzyuba e Malcolm rimettono le cose a posto tra il 25' e il 28' in una vera a propria altalena di emozioni e colpi di scena. Al 41' però, a conclusione di un primo tempo pirotecnico, Guardado firma il 3-2 che dura fino fischio finale.

LIPSIA-REAL SOCIEDAD 2-2
Tutto rimandato al ritorno di San Sebastian tra Lipsia e Real Sociedad. I baschi vanno avanti due volte ma vengono sempre ripresi: nel primo tempo Nkunku alla mezz'ora risponde al gol di Le Normand in avvio, nella ripresa Forsberg nel finale riprende il rigore di Oyarzabal al 64'.

SIVIGLIA-DINAMO ZAGABRIA 3-1
Tutto nel primo tempo al Sanchez Pizjuan con il Siviglia che sblocca grazie al rigore di Rakitic al 13' e Orsic che pareggia al 41'. Neanche il tempo di esultare però per i croati, e tra il 44' e il recupero Ocampos e Martial firmano l'uno-due fulminante che spegne la Dinamo. Nella ripresa gli andalusi amministrano e compiono un bel passo verso gli ottavi di finale.