Gli indagati della violenza di gruppo nel Foggiano non rispondono al gip

AGI - Si sono avvalsi della facoltà di non rispondere al gip i tre giovani, tra i venti e ventuno anni, arrestati dai carabinieri di San Giovanni Rotondo nel Foggiano accusati di violenza sessuale di gruppo. I tre, incensurati, sono accusati a vario titolo di aver abusato di una donna straniera di 40 anni il 27 gennaio scorso. Uno di loro stava frequentando un corso per diventare carabiniere. Secondo il racconto della vittima i giovani hanno incontrato la donna e una sua amica in un locale di San Giovanni Rotondo e hanno consumato insieme alcuni drink. Poi la donna è uscita dal locale, forse per prendere una boccata d'aria ed è stata seguita dai giovani che avrebbero tentato di convincerla a salire a bordo sulla loro automobile. Fuori dal locale ci sarebbe stato un primo approccio sessuale. Al rifiuto di salire sull'auto, la donna è stata strattonata e caricata sull'automobile. Una scena immortalata dalle telecamere di sicurezza della zona. L'automobile si è poi fermata in un luogo di campagna dove, sui sedili posteriori, uno dei ventenni avrebbe abusato della donna, mentre gli altri due, non sarebbero intervenuti. La vittima è stata, poi, fatta scendere dalla vettura e di nuovo violentata per poi minacciata e picchiata con calci e pugni. 

Gli indagati della violenza di gruppo nel Foggiano non rispondono al gip

AGI - Si sono avvalsi della facoltà di non rispondere al gip i tre giovani, tra i venti e ventuno anni, arrestati dai carabinieri di San Giovanni Rotondo nel Foggiano accusati di violenza sessuale di gruppo. I tre, incensurati, sono accusati a vario titolo di aver abusato di una donna straniera di 40 anni il 27 gennaio scorso. Uno di loro stava frequentando un corso per diventare carabiniere.

Secondo il racconto della vittima i giovani hanno incontrato la donna e una sua amica in un locale di San Giovanni Rotondo e hanno consumato insieme alcuni drink. Poi la donna è uscita dal locale, forse per prendere una boccata d'aria ed è stata seguita dai giovani che avrebbero tentato di convincerla a salire a bordo sulla loro automobile. Fuori dal locale ci sarebbe stato un primo approccio sessuale. Al rifiuto di salire sull'auto, la donna è stata strattonata e caricata sull'automobile. Una scena immortalata dalle telecamere di sicurezza della zona.

L'automobile si è poi fermata in un luogo di campagna dove, sui sedili posteriori, uno dei ventenni avrebbe abusato della donna, mentre gli altri due, non sarebbero intervenuti. La vittima è stata, poi, fatta scendere dalla vettura e di nuovo violentata per poi minacciata e picchiata con calci e pugni.