Linkiesta: Da Milano a Roma, torna l’obbligo della mascherina all’aperto in centro

Da Padova a Firenze, si punta a mettere in campo tutte le misure necessarie per evitare gli assembramenti durante lo shopping natalizio e il relativo aumento dei contagi. A Bolzano, per accedere al tradizionale mercatino, sarà necessario un «braccialetto Green Pass»

Linkiesta: Da Milano a Roma, torna l’obbligo della mascherina all’aperto in centro

A Milano verrà reintrodotto l’obbligo della mascherina all’aperto in centro per il periodo delle festività natalizie. E, salvo intoppi, la restrizione scatterà già da sabato. «Dobbiamo fare di tutto per rimanere in zona bianca», ha detto il prefetto Renato Saccone in una lettera ai sindaci del territorio. E il messaggio è lo stesso che ripetono da una città all’altra. Da Padova a Roma, da Firenze ad Aosta, si punta a mettere in campo tutte le misure necessarie per evitare gli assembramenti durante lo shopping di Natale e il relativo aumento dei contagi.

Dopo l’approvazione del super Green Pass da parte del governo e la richiesta di maggiori controlli, nel capoluogo lombardo il sindaco Beppe Sala è pronto a firmare un’ordinanza che prevede l’obbligo di mascherina all’aperto nel cuore della città anche se in zona bianca, lungo l’asse che da piazza San Babila porta a piazza Duomo, passando per corso Vittorio Emanuele e la Galleria. Ma è molto probabile che l’obbligo si estenderà fino al Castello Sforzesco, dove dal 5 dicembre è prevista la tradizionale fiera degli Oh Bej, Oh Bej. L’ordinanza dovrebbe entrare in vigore da sabato, anche in vista delle ennesime manifestazioni No Pass (per il 19esimo weekend di fila). In compenso, alcune decisioni sono state già prese: cancellato il concerto di Capodanno in piazza del Duomo e anche la tradizionale cena dopo la Prima della Scala. E non è neanche esclusa la possibilità che la Galleria Vittorio Emanuele diventi a numero chiuso.

«Capisco l’intenzione del governo e del prefetto di intensificare controlli e limiti», ha detto Beppe Sala. «Io farò la mia parte per far applicare quello che decideranno».

A Padova, il sindaco di Sergio Giordani è pronto a imporre l’obbligo della mascherina anche all’aperto in tutto il centro storico. La misura dovrebbe entrare in vigore da domani e sarà valida fino al 31 dicembre. Per chi non rispetta l’obbligo sono previste sanzioni di 400 euro. Il Comitato per l’ordine e la sicurezza ha anche deciso la chiusura del centro storico alle manifestazioni no Green Pass.

Per Roma, le misure sono ancora allo studio. Tra le ipotesi sul tavolo potrebbero esserci transennamenti nelle vie dello shopping del centro storico e accessi contingentati nelle piazze più frequentate, come già avvenuto l’anno scorso.

Anche a Firenze, il sindaco Dario Nardella martedì ha annunciato che sta valutando l’ipotesi di introdurre l’obbligo di mascherine all’aperto a partire dal primo o dal secondo weekend di dicembre.

Ma in altre città i primi provvedimenti sono stati presi. Ad Aosta il sindaco Gianni Nuti ha annunciato un’ordinanza per rendere l’obbligatoria la mascherina anche all’aperto per tutti i fine settimana fino alla fine delle vacanze natalizie. Per contenere i contagi, Gorizia ha chiuso il Luna Park. A Bolzano, invece, per accedere al tradizionale mercatino di Natale, che aprirà oggi, sarà necessario un «braccialetto Green Pass», che verrà consegnato solo ai possessori del certificato verde.

giornalone

Sfoglia le Prime Pagine dei Quotidiani