Cronache della marcia su Roma: il manganello e l'aquila romana

Prosegue il viaggio nel 1922, ultimo anno di libertà dell’Italia. Lo squadrismo ormai tiene in ostaggio il Paese condizionando l’azione politica di Mussolini. E mentre le forze liberal socialiste in Parlamento sono sempre più fragili il nuovo Papa, Pio XI, blocca i popolari.  In questo clima sovreccitato e confuso il Re affida l’incarico di governo a Luigi Facta, fedelissimo di Giolitti, nella cui maggioranza si affacciano i fascisti

Cronache della marcia su Roma: il manganello e l'aquila romana

Prosegue il viaggio nel 1922, ultimo anno di libertà dell’Italia. Lo squadrismo ormai tiene in ostaggio il Paese condizionando l’azione politica di Mussolini. E mentre le forze liberal socialiste in Parlamento sono sempre più fragili il nuovo Papa, Pio XI, blocca i popolari.  In questo clima sovreccitato e confuso il Re affida l’incarico di governo a Luigi Facta, fedelissimo di Giolitti, nella cui maggioranza si affacciano i fascisti